Il nuovo record per un nft è dell'artista Pak

Tempo di lettura: 3'
Il digital creator Pak con la vendita di “The Merger”, nuovo progetto nft, supera i 90 milioni di dollari e si contrappone al record dell'opera di Beeple. Le strategie di marketing utilizzate per questa vendita milionaria rappresentano nuove dinamiche commerciali del mercato dell'arte rispetto a come lo abbiamo conosciuto sino ad oggi
La crypto arte continua la sua ascesa inarrestabile. Lo scorso 4 dicembre il progetto “The Merger”, del digital creator Pak è stato venduto per 91,8 milioni di dollari sulla piattaforma Nifty Gateway. Secondo il market place che ha curato l'operazione si tratterebbe dell'opera più costosa di un artista vivente mai pagata.
La vendita ha sicuramente superato quella di “Everydays the First 5000 days” di Beeple aggiudicata lo scorso marzo da Christie's per 69,3 milioni di dollari che si era collocata al terzo posto tra le opere di artisti viventi più costose dopo “Rabbit” di Jeff Koons e “Pool with two figures” di David Hockney. Nel caso di Pak si tratta però di una raccolta di 266.445 unità nft acquistata da 28 mila diversi acquirenti mentre nel caso di Beeple si è trattato di un'opera unica venduta ad un unico acquirente.

La vendita di “The Merger” si è caratterizzata per l'uso delle più sfrenate strategie di marketing riservate ai prodotti tipicamente più commerciali. Per incentivare l'acquisto di questi nft è stato previsto ad esempio l'accesso preferenziale a chi detenesse già altri lavori dello stesso Pak, ancora sconti per gli acquisti nella prima giornata di apertura della vendita, aumenti di 25 dollari del prezzo di vendita al passare di ogni sei ore, bonus per l'acquisto di più unità alla volta e altro ancora fino alla predisposizione di una speciale classifica con gli acquirenti più generosi. Il tutto ha trasformato questa vendita in un'operazione a metà tra il gioco a premi e lo show tipico delle aste.

Un altro aspetto che ha caratterizzato questa vendita milionaria sono alcuni meccanismi che si attiveranno al momento della rivendita degli nft così acquistati e dunque nel mercato secondario. Senza entrare troppo nel tecnicismo quando un collezionista acquista da un altro collezionista, l'nft venduto si annulla mentre chi acquista accresce la sua massa di nft. E il gioco continua. Queste dinamiche caratterizzano oggi un nuovo mercato per un nuovo medium.
In apertura, una foto dell'nft record di Pak
La vendita di dicembre di Pak segue la precedente vendita curata da Sotheby's, in partnership con la piattaforma Nifty Gateway, dello scorso aprile in cui il progetto nft “The Fungible collection” dell'artista ha realizzato quasi 17 milioni di dollari. Pak è uno di maggiori esponenti dell'arte digitale e dei media crittografici. È attivo nel mondo dell'arte digitale da oltre due decenni in cui ha lavorato sfruttando la tecnologia e la sua evoluzione per creare opere estreme sempre all'avanguardia nel settore. Tuttavia, la sua vera identità ad oggi non è ancora nota. Pak ha fondato lo studio Undream e ha creato Archillect, un sistema che utilizza l'intelligenza artificiale per scoprire e condividere media visivi.

Si tratta di una nuova generazione di artisti che sta portando nel mercato anche una nuova generazione di acquirenti-collezionisti. Lo dimostra anche la conferma incassata a novembre da Beeple che con la vendita della sua ultima opera ibrida “Human One”, in parte digitale in parte scultura, ha realizzato 29 milioni di dollari da Christie's a New York. L'artista ha confermato così le sue quotazioni da super star della crypto art.

Numeri importanti quelli di Pak e di Beeple che tuttavia rappresentano soltanto una parte del segmento.

Guardando infatti ai dati generali di mercato del primo semestre 2021 gli nft hanno conseguito vendite comprese tra 1.3 e 2,5 miliardi di dollari secondo le stime più autorevoli. Nel primo semestre 2020 il dato era di appena 13,7 milioni di dollari. Valori impressionanti che hanno portato gli nft a raggiungere il 5% nelle vendite di arte contemporanea per medium a livello mondiale nel periodo compreso tra il secondo semestre 2020 e il primo semestre 2021. Più del doppio di quelle realizzate dalla fotografia artistica nello stesso periodo.
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Specializzato in diritto tributario presso la Business School de Il Sole 24 ore e poi in diritto e fiscalità dell’arte, dal 2004 è iscritto all’Albo degli Avvocati di Milano ed è abilitato alla difesa in Corte di Cassazione. La sua attività si incentra prevalentemente sulla consulenza giuridica e fiscale applicata all’impiego del capitale, agli investimenti e al business. E’ partner di Cavalluzzo Rizzi Caldart, studio boutique del centro di Milano. Dal 2019 collabora con We Wealth su temi legati ai beni da collezione e investimento.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti