La Fed accelera come da attesa: tassi rivisti di 50 punti

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
4.5.2022
Tempo di lettura: 2'
La Fed ha annunciato un aumento dei tassi di 50 punti: è il secondo rialzo effettuato quest'anno e il più grande dal 2000

La Fed ha alzato i tassi di interesse di mezzo punto percentuale, portando il costo del denaro in una forchetta fra lo 0,75% e l'1%

Per la Fed si tratta del primo aumento da mezzo punto dal 2000 e della prima volta dal 2006 che alza i tassi in due riunioni consecutive

"L'inflazione resta elevata, e risente di squilibri nell’offerta e nella domanda, legati alla pandemia, a prezzi più alti dell’energia e a più ampie pressioni sui prezzi" si legge nel comunicato della Fed

Come largamente atteso dal mercato, la Federal Reserve mercoledì ha aumentato di mezzo punto il tasso d'interesse, ribadendo una strategia più aggressiva per cercare di domare la peggiore esplosione di inflazione negli Stati Uniti in 40 anni. Contestualmente, la banca centrale americana ha anche annunciato l'inizio della riduzione del bilancio a partire dal 1 giugno. Quasi 9.000 miliardi di dollari di obbligazioni del Tesoro e titoli garantiti da saranno venduti.
La decisione della Fed, anticipata dagli analisti negli scorsi giorni, non lascia dubbi: l'inflazione attualmente è il nemico numero uno per gli Stati Uniti. Stando all'indice dei prezzi al consumo nell'ultimo anno il costo della vita è salito dell'8,5%. Tanto? Sì. In confronto, nel decennio precedente la pandemia l'inflazione è cresciuta in media meno dell'1,4% all'anno. La situazione potrebbe peggiorare nelle prossime settimane. Da una parte l'invasione russa dell'Ucraina, dall'altra i nuovi lockdown in Cina, che esacerberanno probabilmente le interruzioni della catena di approvvigionamento, stanno infatti creando ulteriori pressioni rialziste sui prezzi e probabilmente peseranno anche sull'attività economica.

La partita si gioca anche fronte domanda, con i salari in continuo aumento a causa di un mercato del lavoro attualmente molto "tight", come indicato dallo stesso Jerome Powell durante la conferenza. I 22 milioni di posti di lavoro persi all'inizio della pandemia sono stati recuperati e si è assistito al più grande aumento dei salari in quattro decenni. "Mi aspetto un aumento ulteriore della partecipazione al mercato del lavoro e una riduzione della creazione di nuovi posti, per via di una politica monetaria e fiscale meno di supporto. Crediamo che l'offerta e la domanda torneranno in equilibrio" ha detto Powell. Il mercato del lavoro più stretto da decenni, inoltre, ha aiutato gli Stati Uniti a recuperare

Da parte del governatore della Fed non c'è poi la paura che la stretta in atto possa comportare un rallentamento eccessivo dell'economia. La convinzione di Washington è che si possa raggiungere il cosiddetto "atterraggio morbido", gergo della banca centrale per indicare una situazione in cui viene abbassata l'inflazione mantenendo intatta l'espansione economica."Sebbene l'attività economica complessiva sia scesa nel primo trimestre, la spesa delle famiglie e gli investimenti fissi delle imprese sono rimasti forti. I guadagni di lavoro sono stati robusti negli ultimi mesi e il tasso di disoccupazione è diminuito sostanzialmente" si legge nella nota.

L'aumento dei tassi di mercoledì spingerà il tasso dei fondi federali a un range compreso tra lo 0,75% e l'1%. Per quando riguarda il quantitative tightening, per i titoli di Stato il limite mensile sarà inizialmente fissato "a $ 30 miliardi al mese e dopo tre mesi aumenterà a $ 60 miliardi al mese", mentre per le MBS il limite sarà inizialmente fissato "a 17,5 miliardi di dollari al mese e dopo tre mesi aumenterà a 35 miliardi di dollari mensili".
Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti