La polizza vita come strumento ideale di pianificazione successoria

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
25.6.2021
Tempo di lettura: 5'
Quello della successione ereditaria è un tema sempre attuale, che risponde ad una esigenza fissa, pur in contesti di mercato differenti. Con gli esperti di Utmost PanEurope analizziamo in che modo tutelare al meglio il proprio patrimonio familiare
Affrontare serenamente la fase successoria grazie ad una polizza irlandese che tuteli il patrimonio familiare. Partono da questo presupposto gli esperti di Utmost PanEurope, che, in un momento storico particolare come quello appena vissuto, fatto di incertezza finanziaria, sanitaria e sociale, sottolineano l'importanza di gestire la fase di trasmissione del patrimonio in modo chiaro ed efficiente.

Pianificazione successoria, framework di attualità


Quello della successione è un tema sempre attuale. All'esigenza di pianificazione si sono però di recente aggiunte le pressioni della discussione politica legate alla proposta, poi declinata, di aumentare le aliquote dell'imposta di successione sui patrimoni più elevati (oltre i 5 milioni di euro, pari all'1% della popolazione totale), in modo che gli eredi della fetta più ricca della popolazione finanzino una sorta di patrimonio di cittadinanza per tutti i giovani meno abbienti al raggiungimento della maggiore età.

Per inquadrare brevemente la materia: con un'aliquota che si posiziona tra il 4% e l'8%, la tassa di successione italiana si distingue per essere tra le più basse d'Europa. Nello specifico, essa è pari al 4% per i lasciti superiori a un milione di euro verso figli, genitori, nipoti e coniuge; al 6% per i patrimoni superiori a 100.000 euro quando eredi sono i fratelli e altri parenti; all'8% negli altri casi.
Per quanto bassa sia, il quadro complessivo dell'imposta di successione nel Vecchio Continente presenta comunque una casistica molto ampia: mentre infatti la Svezia nel 2004 ha deciso di abolire del tutto l'assoggettabilità dell'eredità al fisco, la Spagna prevede un'aliquota fino al 34% in base al patrimonio, e la Germania un'aliquota fino al 30%. La Francia è invece tra i paesi più severi relativamente alla fiscalità successoria, applicando aliquote che possono anche superare il 40% per i figli e il 60% per i fratelli. In linea generale, il gettito italiano che si lega all'imposta di successione è pari a circa lo 0,1% del gettito tributario totale del Paese (su 471.622 milioni di euro di entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica, dati Ministero delle finanze, Mef).

L'importanza di pianificare per tempo


“Sebbene sia importante mantenere il focus sui recenti dibattiti in materia” sostiene Ugo de Grenet, Head of Wealth Protection (Continental Europe) di Utmost PanEurope “a seguito di un periodo di crisi come quello appena attraversato, la priorità degli investitori è la necessità di pensare alle generazioni future e alla tutela del proprio patrimonio”. Per preservare il proprio patrimonio e assicurarne la destinazione agli eredi “una polizza unit-linked irlandese può essere un efficace strumento di pianificazione, che, tra i vari vantaggi, offre un'elevata ottimizzazione fiscale per la trasmissione della ricchezza in conformità alla normativa vigente e nel rispetto della fiscalità locale”.

Pianificare la propria successione non è mai semplice, specie in momenti di difficoltà. “Con l'avanzare dell'età i clienti - soprattutto quando si tratta di High Net Worth Individuals (HNWI) - inizieranno a pensare a come trasmettere la propria ricchezza alle persone care, pur conservando il pieno controllo del proprio patrimonio. Una polizza assicurativa vita, rispetto ad altri strumenti quali ad esempio i trust, non presenta la problematica dello spossessamento inteso come perdita di diritti e controllo sul proprio patrimonio. La polizza infatti è reversibile, l'investitore rimane in possesso di tutto il suo patrimonio e, spesso, gli stessi beneficiari della polizza ne vengono a conoscenza solo al momento della liquidazione al verificarsi della morte dell'assicurato. “Non solo” prosegue de Grenet, “pianificare il proprio patrimonio significa tutelarsi da eventuali rischi di variazione della regolamentazione, che potrebbero rendere più oneroso il passaggio”.

Rispondere all'incertezza con una polizza irlandese


Più in dettaglio, una polizza vita offre diversi vantaggi tra cui l'ottimizzazione fiscale, la pianificazione successoria, la protezione degli attivi da aggressioni di terzi (da valutarsi caso per caso) e la garanzia di riservatezza a favore dei beneficiari della polizza, che acquisiscono un diritto proprio e autonomo nei confronti dell'assicurazione. Spiega Stefano Cortoni, Strategic Account Manager di Utmost PanEurope. “La sottoscrizione di una polizza vita irlandese permette di perseguire obiettivi di protezione della famiglia e del suo patrimonio, agevolando il passaggio generazionale ed offrendo la massima flessibilità nella scelta delle strategie di investimento dei premi conferiti in polizza”.

Per questo, conclude Cortoni, “specie in una fase di incertezza, una soluzione assicurativa offerta da una compagnia consolidata che opera in Italia da più di 20 anni e che vanta numerose partnership con importanti istituti finanziari, può aiutare il cliente a trasmettere in modo efficiente il proprio patrimonio, facendolo fruttare grazie all'esperienza consolidata dei gestori patrimoniali suoi partner, unita al know-how assicurativo di Utmost. Il cliente, in sede di sottoscrizione, potrà scegliere tra diverse strategie di investimento per raggiungere i propri obiettivi di pianificazione e di investimento nel medio e lungo termine”.

 

Clicca qui per saperne di più

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti