Donne, come investire in vista della pensione? 3 fattori da valutare

Rita Annunziata
18.10.2023
Tempo di lettura: 3'
Le donne stanno iniziando a investire di più, adottano un approccio meno reattivo alle fluttuazioni dei mercati e risparmiano di più per la pensione. Ma non basta. Ecco 3 fattori di cui dovrebbero tenere conto per sfruttare al meglio le proprie risorse finanziarie

Il 48% delle donne non sa come investire i propri risparmi in vista della pensione. Solo il 42% ritiene di essere sulla strada giusta su questo fronte

Le intervistate dichiarano che si sentirebbero più motivate a iniziare a investire o a investire di più se potessero parlare con un professionista della finanza (nel 22% dei casi)

Le donne fanno sempre più leva sui loro punti di forza finanziari, sviluppando sani comportamenti di investimento, secondo una nuova ricerca di Fidelity dal titolo Women tapping into their financial superpowers to gain ground with their money. Oltre la metà (51%) dichiara di restare investita anche nei momenti di ribasso, a fronte del 43% degli uomini. Il 60% adotta un approccio meno reattivo alle fluttuazioni dei mercati rispetto alle loro controparti maschili e la quota di coloro che si preparano per la pensione è in aumento, seppur lentamente (il 68% a fronte del 66% del 2019). Ma resta ancora molto da fare.


Innanzitutto, il 48% delle donne non sa come investire i propri risparmi in vista della pensione. Solo il 42% ritiene di essere sulla strada giusta su questo fronte (contro il 52% degli uomini) mentre il 30% crede che non sarà mai abbastanza preparato finanziariamente per andare in pensione (contro il 21% degli intervistati). Inoltre, nonostante i progressi, la percentuale di donne che si sente informata su argomenti finanziari importanti come investire i propri risparmi per prepararsi alla pensione appunto (52%) è rimasta relativamente piatta rispetto al 2019. E i cinque principali fattori di stress finanziario con cui devono fare i conti oggi sono principalmente legati proprio a queste tematiche, che hanno un impatto sulle loro vite sproporzionato rispetto agli uomini: il 40% crede di dover fare di più con le proprie finanze di quanto non stia già facendo, il 39% si dichiara condizionata dal timore di non risparmiare abbastanza per andare in pensione, il 37% dal pagamento dei debiti, il 29% dall’affrontare il costo dell’assistenza sanitaria in pensione e il 24% da come investire i risparmi per raggiungere i propri obiettivi finanziari.


LE OPPORTUNITÀ PER TE. La tua pensione sarà troppo magra? Come funziona la previdenza complementare? Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. TROVA IL TUO ADVISOR


Per contenere questi fattori di stress e sfruttare al meglio le proprie risorse finanziarie, anche in vista della pensione, secondo Fidelity le donne dovrebbero tenere conto di una serie dinamiche che potrebbero condizionarne la pianificazione finanziaria in tre aree chiave: il caregiving, l’aspettativa media di vita e i costi sanitari. Innanzitutto, osservano i ricercatori, sebbene un maggior numero di donne sia rientrato nel mondo del lavoro dopo l’assenza durante gli anni del covid-19, continuano a farsi carico della maggior parte dei compiti di cura, il che può avere un impatto sulla loro salute mentale, sulla carriera e, di conseguenza, sul loro potenziale di risparmio. Infatti, quasi una donna caregiver su quattro (22%) afferma di non risparmiare per la pensione a causa delle responsabilità di assistenza. Per di più, sono maggiormente propense a dichiarare di aver dovuto lasciare il lavoro o di aver optato per la pensione anticipata.


C’è poi il tema della longevity. Mediamente, le donne vivono sei anni in più rispetto agli uomini e, di conseguenza, i loro risparmi devono coprire una pensione più lunga. Il problema, come anticipato, è che quasi sei donne su dieci non si sentono ancora in regola con i risparmi per la pensione, il che indica una mancanza di fiducia nei loro piani finanziari. L’assistenza sanitaria è infine un altro fattore che le risparmiatrici devono pianificare, considerata la maggiore aspettativa di vita. Tuttavia, lo studio di Fidelity mostra un disaccordo quando si tratta di capire quanto costerà coprire queste spese: sebbene si stimi che abbiano bisogno in media di 165mila dollari, il 50% delle donne ritiene di averne bisogno 150mila o meno e il 36% afferma di non riuscire a quantificarlo. Sempre più donne, però, sono alla ricerca di una guida finanziaria che le aiuti a pianificare questi aspetti. La società di gestione, dal 2019, ha registrato un aumento del 19% delle risparmiatrici che si rivolgono a un consulente, a fronte di un aumento del 16% per gli uomini. Tra l’altro, le intervistate dichiarano che si sentirebbero più motivate a iniziare a investire o a investire di più se potessero parlare con un professionista della finanza (nel 22% dei casi) oltre che in mancanza di commissioni (31%). Al momento, solo una donna su quattro ha già messo a terra un formale piano finanziario. Il 10% di coloro che non lo hanno fatto affermano di non sapere da dove iniziare o di non aver accesso a una forma di aiuto.

Giornalista professionista, è laureata in Politiche europee e internazionali. Precedentemente redattrice televisiva per Class Editori e ricercatrice per il Centro di Ricerca “Res Incorrupta” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Si occupa di finanza al femminile, sostenibilità e imprese.

Cosa vorresti fare?