La relazione banker-cliente diventa digitale. Cosa chiede l'investitore

Lorenzo Magnani
Lorenzo Magnani
25.11.2022
Tempo di lettura: 3'
Performance in real time, comunicazione digitale e la possibilità di comprare azioni. Ecco cosa chiedono gli investitori al proprio private banker in termini di servizi digitali

Senza tecnologia, ormai, piaccia o meno, non si vive. La pandemia ha di fatto accelerato un trend tutto tech già in atto, plasmando nuove abitudini nella vita di tutti i giorni che hanno come minimo comun denominatore l’utilizzo del digitale: dai consumi fino a lavoro. E anche agli investimenti e quindi alla consulenza finanziaria. Il mondo del private banking lo sa bene e si sta attrezzando di conseguenza. Quali sono i servizi digitali ritenuti indispensabili che deve offrire un banker al proprio cliente?

Comunicazione e performance (digitali) 


Spectrem Group, in una sua recente indagine, ha analizzato quali sono le componenti tecnologiche che gli investitori più ricchi cercano in un consulente finanziario quando stanno pensando di assumerlo. Ve ne è una che proprio non può mancare. Si tratta della possibilità di poter comunicare con il proprio consulente finanziario via digitale, indicata come offerta indispensabile dai tre quarti degli investitori coinvolti nel sondaggio. Al secondo posto tra i servizi offerti che non possono mancare a una piattaforma di consulenza, è la possibilità di monitorare in real time la performance del proprio portafoglio: i due terzi degli investitori non vogliono dover aspettare un confronto con il proprio consulente per sapere dell’andamento dei propri risparmi, momento che comunque rimane fondamentale per chiarimenti e eventuali correzioni. Insomma il monitoraggio delle performance deve essere a portata di app. 

 

Conti aggregati, comprare azioni e caricare i documenti 

 

Al terzo posto dei servizi digitali ritenuti fondamentali c’è l'aggregazione dei conti e il collegamento con i conti di investimento. Un investitore su due vuole avere la possibilità di visualizzare tutti i suoi conti in un unico posto e di averli tutti collegati in modo da poter effettuare trasferimenti o altre transazioni quando necessario. Infine oltre un quarto dei milionari ritiene che la possibilità di negoziare azioni o di caricare documenti legali sia uno strumento digitale essenziale. Caricare i documenti legali può essere molto utile per gli investitori, in modo da avere un unico luogo a cui i propri cari possono rivolgersi per accedere a qualsiasi documentazione legale necessaria in caso di morte. La raccolta di documenti legali può anche facilitare la corretta titolazione dei conti.

Laureato in Finanza e mercati Internazionali presso l’Università Cattolica di Milano, nella redazione di We Wealth scrive di mercati, con un occhio anche ai private market. Si occupa anche di pleasure asset, in particolare di orologi, vini e moto d’epoca.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti