Spese per infrastrutture: un grande affare per gli investitori

image
Silvio Frontini
13.10.2021
Tempo di lettura: 2'

Assistere a un'ondata di finanziamenti governativi significherebbe creare un'ampia gamma di potenziali opportunità di investimento, con vantaggi probabilmente più cospicui di quelli che si otterrebbero costruendo ponti e strade migliori.


Una rinnovata enfasi sull'infrastruttura si sta verificando proprio attualmente, in quella che probabilmente è la prima fase di un'estesa espansione dell'economia europea, specialmente italiana. L'importanza di questo evento sta nel fatto che le infrastrutture rappresenteranno la spina dorsale della nostra economia per i futuri anni.


Nel frattempo, la pandemia, così come le crescenti preoccupazioni per i cambiamenti climatici e le disuguaglianze sociali e razziali, hanno evidenziato la necessità di infrastrutture non tradizionali. Necessità che si mostrano evidenti soprattutto in aeree che vanno dal risanamento ambientale fino all'idea di un accesso a Internet ad alta velocità.


Le tensioni geopolitiche hanno solo aumentato l'imperativo di investire in queste aree, ora. Si pensi alla “guerra fredda” in atto tra USA e Cina. Una guerra che ruota attorno a temi quali capacità avanzate nel 5G, reti intelligenti e infrastrutture connesse e guidate dalla tecnologia. Dinamiche che portano inevitabilmente la Cina a essere vista come un concorrente strategico piuttosto che partner strategico.


In quali settori verranno direzionate le spese?


Inizialmente il denaro sarà senz'altro destinato alle opere tradizionali: strade, ponti, progetti per la comunità. Poi sarà la volta appunto delle infrastrutture. Le nuove ed emergenti sono ad esempio: veicoli e trasporti elettrici, risorse per il risanamento ambientale, banda larga.


Quali saranno le potenziali opportunità per gli investitori?


Auspicando che le infrastrutture rimarranno una priorità ancora per molti anni a venire, è bene avere una visione a lungo termine prima di investire, contemplando le potenziali opportunità che si aprono in questo modo per un'ampia gamma di settori e industrie.


Tutti gli aggiornamenti e le migliorie apportate a ponti, autostrade, porti, corsi d'acqua e altre tradizionali infrastrutture generano, ad esempio, numerose opportunità nei titoli delle società industriali. E quando si tratta di ambiente e di cambiamento climatico, la volontà degli investitori dovrebbe sempre essere quella di ottenere maggior visibilità ed esposizione ai leader delle energie rinnovabili, quali solare, eolica, veicoli elettrici e biomassa.


Si tratta di una rete di possibilità che si amplia a macchia d'olio. Ciascuno di questi settori delle energie rinnovabili infatti richiede la propria infrastruttura. La crescita dei veicoli elettrici, ad esempio, crea opportunità nella distribuzione dell'elettricità, nelle stazioni di ricarica e nelle batterie. La crescente dipendenza dall'energia solare ed eolica richiederà invece investimenti in tecnologie a corrente continua ad alta tensione (HVDC). Anche materie prime come rame, cobalto, litio e minerali delle terre rare potranno rappresentare elementi promettenti per i futuri investimenti.


Per mitigare gli eventuali rischi, è importante tenere in considerazione la possibilità di distribuire tali investimenti su un'ampia gamma di infrastrutture tradizionali ed emergenti. E, come per ogni altro investimento, prima di agire è indispensabile il consiglio del proprio consulente finanziario, per capire se l'investimento in questione ha senso nel contesto della propria situazione finanziaria complessiva, della tempistica, della tolleranza al rischio e degli obiettivi.

Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti