Cedola trimestrale nell’ultima serie 2023 dei certificati Equity Premium

Valeria Panigada
8.12.2023
Tempo di lettura: 3'
Banca Akros (Gruppo Banco BPM) lancia una nuova serie di certificati di investimento Equity Premium Autocallable scritti su singole azioni di Piazza Affari. Prevista una cedola trimestrale dotata di effetto memoria. Possibile anche il rimborso anticipato da agosto 2024

Prendere posizione in maniera indiretta su alcune blue chip di Piazza Affari, come Eni o Stellantis, con un certificato di investimento che permette di ricevere una cedola trimestrale dotata di effetto memoria, per un rendimento annuo che può arrivare fino al 12%. Anche in caso di ribasso del titolo sottostante. Prevista anche la possibilità di rimborso anticipato a partire da agosto 2024. Queste le principali caratteristiche dell’ultima serie 2023 di Equity Premium Autocallable Certificates, lanciata da Banca Akros (Gruppo Banco BPM).


La nuova serie è composta da quattro certificati di investimento scritti su quattro singole azioni del listino milanese Ftse Mib: Intesa Sanpaolo, UniCredit, Eni e Stellantis. Un poker quotato in direct listing sul segmento Cert-X di Borsa Italiana e destinato ai “self directed investors”. La nuova gamma prevede due cedole fisse i primi due trimestri e fino a dieci premi trimestrali condizionati ma con effetto memoria. La condizione è che, alle date di rilevazione intermedie, l’azione sottostante non quoti sotto il livello Soglia Cedola.


La durata di questa nuova emissione è triennale (scadenza al primo dicembre 2026), ma è prevista l’opzione Autocallable da agosto 2024. Nel caso in cui il valore dell’azione sottostante sia maggiore o uguale al suo valore iniziale (o strike), il certificato scade anticipatamente rimborsando il prezzo di emissione (100 euro) oltre al premio e gli eventuali premi precedentemente non corrisposti (grazie all’effetto memoria).


Nel caso in cui il Certificato non sia stato richiamato anticipatamente, a scadenza è sufficiente che il valore del titolo sottostante non sia al di sotto del Livello Barriera affinché l’investitore riceva un rimborso pari al prezzo di emissione (100 euro) maggiorato dell’ultimo premio ed eventuali altri premi con effetto memoria.


Potenziale rendimento annuo del 9% con il certificato su Stellantis

Un esempio concreto può aiutare a capire meglio il funzionamento di questo certificato di investimento. L’Equity Premium Autocallable Certificate su Stellantis (ISIN: IT0005571887) permette di ottenere una cedola trimestrale del 2,23 euro, per un rendimento annuo che può arrivare fino all’8,9%. Le prime due cedole sono fisse, quindi vengono corrisposte indipendentemente dall’andamento del titolo, per la precisione a marzo e maggio del 2024. I successivi dieci premi sono sempre trimestrali ma sono condizionati, ovvero vengono versati all’investitore solo se, nelle date di osservazione, Stellantis quota a un valore uguale o superiore al livello Soglia Cedola, pari a 11,168 euro, ovvero al 55% del suo valore iniziale.


LE OPPORTUNITÀ PER TE. Come scegliere il sottostante di un certificato? Come costruire un portafoglio efficiente? Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. TROVA IL TUO ADVISOR


Da gennaio il titolo della casa automobilistica ha ingranato la quarta, rastrellando un +59% a Piazza Affari. Una forte accelerazione è arrivata a seguito della trimestrale, che ha visto i ricavi salire del 7% a 45,1 miliardi di euro, superando le attese del mercato. Tuttavia, sui prossimi conti e performance del titolo potrebbe pesare l’impatto degli scioperi dei lavoratori negli Stati Uniti. Secondo gli ultimi sviluppi, infatti, la controversia si starebbe chiudendo con aumenti salariali di almeno il 25%.


Questo elemento di incertezza è tuttavia attutito dal certificato. L’investitore ottiene infatti la cedola anche in caso di ribasso del titolo, fino a -45% dal suo valore iniziale. Ad oggi (6 dicembre 2023) la condizione per ricevere il premio sarebbe ampiamente soddisfatta, visto che Stellantis scambia in area 21 euro.

Da ricordare, inoltre, che il certificato è dotato di effetto memoria, grazie al quale gli eventuali premi non corrisposti non vengono persi, ma congelati e recuperati alla prima data di valutazione in cui la condizione viene soddisfatta.


A partire da agosto 2024, se il valore di Stellantis sarà pari o superiore allo strike di 20,305 euro, il certificato scadrà anticipatamente rimborsando il prezzo di emissione di 100 euro maggiorato del premio di 2,23 euro (oltre agli eventuali premi precedentemente non corrisposti).


Se l’opzione Autocallable non scatta, a scadenza si possono verificare due diversi scenari per l’investitore:

- se alla data di rilevazione finale (01/12/2026) l’azione Stellantis quota a un livello uguale o superiore al Livello Barriera (pari a 11,168 euro, ossia uguale al livello Soglia Cedola), il certificato rimborsa il prezzo di emissione di 100 euro più l’ultimo premio di 2,23 euro (oltre agli eventuali premi precedentemente non corrisposti);

- in caso contrario l’investitore percepisce un importo commisurato alla perdita registrata dal sottostante, come se avesse investito nell’azione Stellantis al prezzo di 20,305 euro (valore di riferimento iniziale).

Cosa vorresti fare?